CCIR

I TWEET

L'Italia è diventata il principale fornitore commerciale della Tunisia nel 2017, superando la Francia, storico partner del Paese nordafricano, secondo gli ultimi dati del Fondo monetario internazionale, rilanciati dall'agenzia di stampa tunisina Tap.Le importazioni in Tunisia dall'Italia hanno raggiunto lo scorso anno 3,16 miliardi di dollari

mentre quelle dalla Francia si sono fermate a 3,04 miliardi di dollari, secondo l'Osservatorio tunisino dell'economia. Tre le tendenze da rilevare per quanto riguarda il 2017 tra i primi cinque fornitori commerciali della Tunisia: il sostanziale ribasso dei volumi di importazioni tra il 2010 e il 2017 per i primi due fornitori, Francia e Italia (rispettivamente del 28% e del 18%); una situazione stagnante nelle importazioni dalla Germania in calo del 4%; un rialzo per Cina e Turchia, con l'import rispettivamente al +37% e al +51% tra 2010 e 2017.La Cina ha persino superato la Germania nel 2014, diventando il terzo più grande fornitore commerciale della Tunisia, ma con volumi ancora lontani da quelli di Italia e Francia.  (ICE TUNISI)

EN IT